OstiaToday

Ostia Antica: riapre il parco archeologico, visitatori con mascherina a distanza di un metro 

 Riapre il 2 giugno il parco archeologico di Ostia Antica, dalle ore 8.30 alle ore 19.00

Immagine di archivio

La più grande città romana riapre le porte ai visitatori. A partire dal 2 giugno, il Parco Archeologico di Ostia Antica sarà nuovamente aperto nel rispetto delle norme di sicurezza imposte dal decreto: obbligo di indossare la mascherina e distanza di un metro tra visitatori. È consentito anche l’ingresso a gruppi. 
L’ingresso al parco è consentito dalle ore 8.30 fino alle ore 19.00, con ultimo ingresso per i visitatori alle ore 18.00. Aperto anche il servizio di caffetteria, al coperto e all'aperto, con tavoli distanziati secondo le correnti prescrizioni.

Misurazione della febbre, mascherina e distanziamanto sociale

Sarà misurata la temperatura all'ingresso e ogni visitatore dovrà indossare una mascherina che copra naso e bocca. Segnaletica e brochure informativa, ideate per l'occasione, aiuteranno ogni visitatore a ricordare il divieto di assembramento e la necessità mantenere un metro di distanza da ogni altra persona. I visitatori dovranno rispettare il distanziamento di almeno un metro e indossare le mascherine; nel caso ne siano sprovvisti potranno acquistarle presso la biglietteria e/o il bookshop. Troveranno colonnine di igienizzante per le mani sia all'ingresso dei bagni che in prossimità delle fontanelle disperse nell'area archeologica.

L'ingresso dei gruppi con guida turistica

È consentito l’accesso di gruppi fino a 25 persone con guida turistica con uso di dispositivi audio (sistema integrato microfono-auricolari) e  fino a 10 persone con guida, se privi di tali dispositivi. Ogni guida è tenuta ad assicurare il distanziamento sociale del proprio gruppo, evitando gli assembramenti. Il personale di vigilanza verificherà il corretto flusso e il distanziamento, dando specifici suggerimenti o avvisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ambienti interdetti al pubblico e sensi unici

All'interno dell’area archeologica sono stati interdetti alla fruizione, mediante posizionamento di catenelle e di apposita segnaletica, gli ambienti o i passaggi di ridotte dimensioni che avrebbero pregiudicato il distanziamento: sono per questo interdetti i belvedere e il Museo ostiense. In altri edifici, come il Termopolio della Casa di Diana o il Teatro con il piazzale delle Corporazioni, sono stati predisposti percorsi di visita a senso unico o a senso unico alternato, indicati da apposita segnaletica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Prova a scavalcare ma rimane infilzato: muore per infezione in ospedale. I genitori denunciano i medici

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento