OstiaToday

Elezioni Ostia: famiglia Spada sostiene Casapound. M5S e Sinistra: "Fatto inquietante"

La famiglia Spada è balzata agli onori della cronaca per diversi fatti criminali

Roberto Spada e Luca Marsella: foto da Facebook

L'ombra della famiglia Spada dietro CasaPound. A meno di una settimana dalle elezioni nel X Municipio [qui lo speciale] un post su Facebook di Roberto Spada accende la corsa elettorale. L'esponente della famiglia balzata ogli onori della cronaca di Ostia e non solo ha reso noto per chi voterà.

"Il 5 novembre (giorno delle elezioni, ndr) si avvicina e sento dai cittadini tutti la stessa cantilena: 'Qua sto periodo se vedono tutti sti politici a raccontarci barzellette, mai visti prima, e dopo le votazioni torneranno tutti a farsi i fatti propri. Gli unici sempre presenti sono quelli di CasaPound. Questa è la realtà. Cosa hanno fatto le altre forze politiche in questi due anni?".

spada-6

Uno "spot elettorale" che ha collezionato "like" e commenti. Contrario all'esternazione di Spada, che in passato pensò addirittura ad una sua discesa in campo, il Movimento 5 Stelle: "Il sostegno a Casapound da Roberto Spada, è un fatto molto grave che va denunciato. Luca Marsella dovrebbe dissociarsi immediatamente e, se non lo fa, significa che accetta questa sponsorizzazione con tutte le conseguenze, politiche e non, del caso. - ha dichiarato Giuliana Di Pillo - I cittadini del nostro territorio vogliono tornare alla normalità dopo lo scioglimento per mafia del X Municipio, e non è tollerabile nessuna zona di contiguità con certi ambienti, da parte di chi si candida a governare qui". 

Anche Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio ha detto la sua: "E' un fatto grave e preoccupante che non può essere ignorato come se nulla fosse. Certi sostegni andrebbero stigmatizzati e rispediti al mittente con durezza perchè una forza politica che si candida a rivestire un ruolo istituzionale non può lasciare spazio a nessun dubbio, soprattutto in un Municipio sciolto per infiltrazioni mafiose".

Casapound risponde non abbandona Nuova Ostia e rilancia: "Ci aspettavamo la reazione scomposta della vecchia politica e puntualmente arrivano gli attacchi ad orologeria. CasaPound è contro tutte le mafie ed il malaffare ma la mafia ad Ostia si chiama Pd e Tassone - continua Marsella - l'ex presidente di Municipio arrestato perché faceva affari con le cooperative di Mafia Capitale e che ha fatto commissariare il nostro territorio per due anni. Non accettiamo lezioni nemmeno dal M5S e dalla candidata Di Pillo che sedeva in Municipio senza accorgersi di nulla durante l'amministrazione Tassone".

Poi l'appello: "Domani saremo a Nuova Ostia per una manifestazione che abbiamo organizzato insieme ai residenti contro gli sfratti e l'abbandono al degrado del quartiere popolare. Gli attacchi strumentali e trasversali contro il nostro movimento che arrivano a pochi giorni dalle elezioni non riusciranno a distogliere l'attenzione da un quartiere abbandonato dalla politica per decenni dove CasaPound è invece in prima linea".

IMG_0694-2

"Da presidente di Municipio sarò qui a difendere gli italiani fisicamente da sfratti ed ingiustizie sociali come ho sempre fatto: questo darà molto fastidio alla vecchia politica che spara le sue ultime cartucce per recuperare voti sul nostro movimento", ha detto Luca Marsella. L'appuntamento è alle ore 10 all'angolo tra via Baffigo e via del Sommergibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Coronavirus, a Roma città 25 nuovi positivi al Covid19: 34 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento