OstiaToday

Lotta per la casa: "Il 23 ottobre al fianco di una famiglia di Ostia sotto sfratto per morosità incolpevole"

Così lo sportello di 'Lotta per la Casa' di viale Vasco de Gama annuncia una nuova iniziativa

La loro storia l’abbiamo già raccontata tante volte. E’ quella di una famiglia come tante, a cui viene a mancare uno stipendio. Si sono autoridotti l’affitto, senza mai smettere di pagare completamente, fino a quando sono stati raggiunti da un’ingiunzione di sfratto nella loro abitazione di viale Vasco de Gama ad Ostia

A raccontare la vicende sono i responsabili di 'Lotta per la Casa' di Ostia: "L'ingiunzione è arriva da parte del condominio, perché la famiglia vive nell’ex casa del portiere. Una multiproprietà divisa per i millesimali degli appartamenti del palazzo. Insomma “occupano” una casa che non serve a nessuno, che comunque produce una rendita irrisoria. Ma non possiamo fermarci qui. Dobbiamo indagare come una famiglia arrivi a non poter pagare l’affitto per la propria casa, dobbiamo chiederci perché da parte delle istituzioni arrivi solo un silenzio assordante".

"Le istituzioni del territorio, dall’assessore alle politiche sociali Droghei (PD), al vicepresidente Lorenzatti (SEL), dicono di avere le mani legate. - continua la nota - Da una parte un Sindaco che asseconda il Prefetto e il Governo, dall’altra le istituzioni municipali sovrastate da problemi ormai ingestibili. Quindi chiediamo all’assessore Droghei, al vicepresidente Lorenzatti, al Presidente del X Municipio Tassone e a chiunque dentro le istituzioni sente quella del 23 ottobre prossimo come un’ingiustizia, di stare con noi".

"Sappiamo che il 23 mattina come sempre ci saranno i movimenti di lotta per la casa, i militanti di ostia, i cittadini solidali, i lavoratori della Canados in presidio permanente. Ci basteremo. Ma continuiamo dire con forza che quello che capita alla famiglia Melis-Ramos non è frutto di sfortunate coincidenze. E’ il risultato di politiche abitative scellerate, del saccheggio sugli ammortizzatori sociali, di un lavoro sempre meno garantito e di un’idea di legalità che vuol dire solo prepotenza e sopraffazione", concludono.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento