OstiaToday

Rally di Roma ad Ostia: "In ginocchio la viabilità del Litorale"

Sindacati e rappresentanti dell'opposizione concordano sui disagi provocati dalla manifestazione sportiva. Masi (FdI): "Perché il Rally ha messo in ginocchio la viabilità del Litorale?"

Un tratto del lungomare chiuso

Il Rally di Roma è giunto alla settima edizione. L'approssimarsi dell'ultima tappa, prevista ad Ostia, ha comportato numerose modifiche alla viabilità. Cambiamenti che però hanno coinciso con un fine settimana caldo durante il quale, i romani, hanno cercato di raggiungere le spiegge lidensi. Con qualche difficoltà.

Ecco com'è cambiata la viabilità

La chiusura del tratto iniziale di corso Duca di Genova, piazza della Stazione Vecchia e della sezione centrale di tutto il lungomare a ridosso del pontile, dov'è prevista la premiazione, ha creato disagi alla viabilità e sottratto posti auto. Le modifiche, in vigore fino alla tarda serata di domenica, hanno avuto conseguenze negative anche sul lavoro della Polizia Locale

Le proteste dei sindacati

“Ostia si è svegliata nella paralisi più totale,  immobilizzata a causa dell’evento da tempo atteso e annunciato del Rally di Roma – hanno denunciato Raffaele Paciocca RSU Cisl FP e  Andrea Venanzoni Dirigente Cisl Fpp -  Gli agenti dell polizia locale di ostia oggi si sono trovati ad affrontare una situazione tale da lambire il pericolo". Secondo i due sindacalisti della Cisl Funzione Pubblica " È stato persino necessario sguarnire altri settori delicati della viabilità lidense, nel caso di specie la Litoranea, presa d’assalto dai romani per una giornata di mare, per cercare di arginare il disastro che colpiva il centro cittadino, mentre nel restante territorio si registravano sequenze di incidenti con feriti e gravissime difficoltà per il personale di polizia locale nel poter procedere ai rilievi". 

Ostia si è svegliata nel caos

Critiche sono arrivate anche dai rappresentanti dell'opposizione cittadina e municipale. La Lega ha deciso di presentare delle interrogazioni all'amministrazione locale e comunale per sapere "come sia stato affrontato il delicato iter autorizzatorio di un evento come quello del Rally di Roma risultato così impattante per la vita cittadina lidense, in una Ostia che si è svegliata completamente nel caos -  osservano Maurizio Politi e Monica Picca, capogruppo della Lega in Comune ed in Municipio X  - abbiamo idea che ci sia stata una clamorosa sottovalutazione dell’impatto che l’evento avrebbe concretamente esercitato sulla vita cittadina".

In ginocchio la viabilità del Litorale

Anche Fratelli d'Italia, con la consigliera municipale  Mariacristina Masi, ha annunciato un'interrogazioone "per capire come mai il Rally abbia messo in ginocchio la viabilità del Litorale". Quello che secondo Masi è mancata è la pianificazione un termine che " non fa parte del vocabolario dell’Amministrazione a 5 stelle, che non programma, non si confronta con le categorie, con i residenti e improvvisa". Come testimonia la consigliera municipale  "Da venerdì pomeriggio i cittadini sono inviperiti per le lunghe code, gli attraversamenti pedonali interrotti in pieno centro e per la congestione totale del traffico in alcune strade, in cui si vedono pochi vigili, perché sono tutti concentrati a presidiare la zona interdetta al traffico".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento