OstiaToday

Ospedale Grassi di Ostia, Cervellini (SEL): "Più posti letto per i bambini"

Il Senatore: "Farò una interrogazione per aumentare posti letto per bambini con bisogni complessi ed estendere cure palliative pediatriche"

"Profondamente scosso dal caso del neonato in stato vegetativo per gravissime lesioni cerebrali dovute al parto, attualmente ricoverato presso il Policlinico "Gemelli" di Roma, sottoposto a tracheotomia e gastrostomia endoscopica percutanea, che tuttavia dovrà a breve essere riportato a casa, ho presentato con la senatrice Alessia Petraglia, un'interrogazione al ministro della Salute per riportare l'attenzione sull'importanza delle cure palliative rivolte ai minori". Lo dichiara in una nota il senatore SEL Massimo Cervellini, vicepresidente Commissione Lavori pubblici.

"Si tratta di cure con specifiche peculiarità, che devono rispondere a bisogni delicatissimi: attualmente, in Italia, nella maggior parte dei casi, l'assistenza a questi pazienti è erogata in regime di ricovero ospedaliero, frequentemente in reparti intensivi. - dichiara l'esponente di SEL - Presso l'Ospedale Grassi di Ostia è in atto un'esperienza di "Home in Hospital", unica in tutto il Lazio, curata dall'associazione "Piccoli guerrieri", per l'erogazione di cure palliative pediatriche a bambini con bisogni complessi. Sono stati attrezzati all'interno dell'ospedale quattro posti letto, in ambienti completamente indipendenti, con risultati estremamente soddisfacenti per i bambini e per le famiglie". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tenuto conto che all'interno dell'Ospedale Grassi sono disponibili alcuni spazi liberi attigui alla Home in Hospital, chiediamo allora al ministro di mettere in atto, di concerto con la Regione Lazio, le procedure utili per estendere il numero di posti letto della struttura - scelta che permetterebbe di liberare quelli nelle terapie intensive, abbattendo i costi - e di valutare l'opportunità di istituire in tutte le Regioni 'Home in Hospital' per bambini in età pediatrica, in linea con la DGR del Lazio n.87/2010 con la quale si è approvato il modello assistenziale delle cure palliative pediatriche e nel quale sono previsti un centro di riferimento regionale ed otto posti letto di 'Home in Hospital'. Si tratta di un obiettivo importante, cui non possiamo restare insensibili, anche perché il numero di minori eleggibili alle cure palliative è in incremento, grazie al progresso medico e tecnologico che permette la sopravvivenza di piccoli pazienti con gravissime patologie: inguaribili, ma, non per questo, incurabili". Conclude Cervellini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento