OstiaToday

Pensionato vendeva fuochi d'artificio artigianali: trovati 1800 'botti'

I Carabinieri della Stazione di Casal Palocco, hanno arrestato un insospettabile pensionato di 59 anni del posto, con l'accusa di "detenzione abusiva di materiale esplodente"

Sono serviti gli Artificieri dell’Arma per mettere in sicurezza 1800 fuochi d'artificio, alcuni dei quali altamente pericolosi, contenenti complessivamente circa 150 chili di polvere da sparo trovati dai carabinieri della stazione di Casal Palocco, in una villa di un pensionato 59enne nella zona di via Canale della Lingua. L'uomo teneva, negli scantinati della propria abitazione, numerosi fuochi pirotecnici, residuo di un più grosso quantitativo venduto in occasione dei festeggiamenti di capodanno. Ieri i militari hanno fatto irruzione e, nel corso della perquisizione, hanno rinvenuto, confezionati in un box vicino alla villetta fuochi d'artificio artigianali e chili di polvere da sparo. Il proprietario è stato arrestato e sarà processato in mattinata con il rito direttissimo preso le aule del Tribunale di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento