OstiaToday

Si fingono credenti, entrano in chiesa e rubano le offerte

In manette un 26enne e un 30enne. Ad incastrarli un credente che ha assistito alla scena ed ha chiamato il 112. La refurtiva è stata restituita al parroco della chiesa di Acilia

Si sono finti credenti, sono entrati in chiesa ed hanno scassinato la cassetta delle offerte. Per loro sfortuna però ad assistere alla scena c'era un credente vero che ha immediatamente chiamato il 112. Due cittadini romeni di 26 e 30 anni sono finiti in manette ieri sera verso le 19.00. I due sono accusati di aver asportato la cassetta delle offerte da una chiesa di Acilia.

I due uomini si sono introdotti all’interno di una chiesa, fingendosi dei normali credenti. Approfittando del fatto che in quel momento la chiesa era vuota, i due hanno asportato l’intera cassetta delle offerte e, coprendola con un telo, si sono dati alla fuga.

I due, però, non si sono accorti della presenza di un credente che ha assistito a tutta la scena. L’immediata chiamata al 112 ha permesso ad una pattuglia dei Carabinieri di zona di raggiungere velocemente  il luogo del fatto, e, dopo un breve inseguimento, i militari dell’Arma hanno bloccato i malviventi che stavano tentando la fuga.

La refurtiva è stata restituita al parroco della chiesa, mentre i due uomini sono stati arrestati e saranno giudicati nella mattinata odierna presso il Tribunale di Ostia.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento