OstiaToday

Ostia, waterfront: i cittadini scendono in campo in prima linea

Tra le linee proposte nel documento si legge il "potenziamento del trasporto pubblico dando la priorità a quello su ferro come la Roma-Lido"

Aula occupata e battaglia vinta. I cittadini di Ostia hanno segnato un punto nella "guerra" relativa al waterfront. È stato presentato ieri mattina nell'aula consiliare del Municipio XIII il documento sulla "Mobilità nel municipio XIII" redatto dal tavolo partecipato.

"Abbiamo predisposto un documento protocollato a firma mia e del consigliere Pd Caliendo, che è frutto del lavoro di un tavolo operativo con riunioni settimanali da luglio dello scorso anno - ha spiegato Stefano Salvemme, delegato alle Attività Produttive del Municipio XIII -. Il tavolo, composto da numerose realtà del territorio, è stato avviato dopo che, il 22 giugno 2012, il consiglio municipale ha votato all'unanimità l'ordine del giorno in cui si impegna il presidente e la giunta municipale e si chiede al sindaco e alle istituzioni competenti di Roma Capitale di non autorizzare alcun atto se non con un passaggio preventivo di presentazione reale e non fittizia sul territorio".

---- > SCONTO DA NON PERDERE PER IL MERCATO DI OSTIA <----

"Da settembre il sindaco mi ha personalmente promesso un incontro che ancora attendiamo. - continua Salvemme - Contestiamo il fatto che sul waterfront il municipio non è stato informato, che non sono stati concordati i tempi e le modalità. Non siamo contrari alla riqualificazione del territorio, ma vogliamo che ciò avvenga attraverso l'esaltazione delle ricchezze, ambientali e culturali: non portando le discoteche. Il waterfront non si risolve con il solo lungomare, ma con tutte le linee d'acqua: il Tevere, i canali e il mare. Presentiamo oggi il primo documento prodotto dal tavolo e consultabile sul sito http://waterfrontroma.blogspot.it".

Tra le linee proposte nel documento si legge in sintesi: "potenziamento del trasporto pubblico dando la priorità a quello su ferro, innanzitutto con le opere già previste per il miglioramento della ferrovia urbana Roma - Lido; controllo del carico urbanistico esistente con la realizzazione di opere pubbliche e servizi mancanti, delle opportunità lavorative volte a diminuire gli spostamenti, blocco di nuove convenzioni, densificazioni e lottizzazioni; realizzazione di una magliatura stradale completa; fluidificazione del traffico in corrispondenza delle intersezioni stradali più critiche con interdizione al traffico pesante nelle ore di punta; completamento e miglioramento delle piste ciclabili; realizzazione di isole pedonali in corrispondenza di poli aggregativi; ottimizzazione del trasporto gommato in riferimento ai parcheggi, nodi di scambio, incroci".

Ieri i cittadini hanno occupato l'aula consiliare del Municipio XIII fino alle 20 di sera. La decisione è stata presa dopo la ricezione via fax di una lettera dell'assessore all'Urbanistica di Roma Capitale, Marco Corsini indirizzata al presidente del Municipio XIII Giacomo Vizzani.

"Ho appreso con personale rammarico - scrive Corsini nel fax - della protesta di chi lamenta di non essere stato informato circa i contenuti del programma di interventi oggetto dell'accordo di programma denominato 'Waterfront di Ostia'. Non c'è e non ci può essere alcuna intenzione da parte nostra di eludere i necessari passi della partecipazione su una delibera così importante per la città, e tutti i passaggi in tal senso saranno compiuti non appena la proposta di delibera sarà compiutamente definita. In quelle occasioni i cittadini saranno coinvolti e potranno esprimere tutte le opinioni e le valutazioni che riterranno utili e che saranno benvenuti".

"Prendiamo atto - ha dichiarato Salvemme - della disponibilità dell'assessore Corsini che su incarico del sindaco si dichiara disponibile a incontrare i cittadini. Ho avuto garanzie dal presidente Vizzani che domani non verrà votata dalla giunta capitolina nessuna delibera sul waterfront e quindi ritengo che questo verrà rispettato fino al giorno dell'incontro. Rimane comunque l'amaro in bocca perchè i cittadini e le forze politiche locali devono arrivare a tanto per far ascoltare la propria voce. Si tratta di una grande vittoria del tavolo per la quale ringrazio tutti i partecipanti".

Ecco i commenti sulla vicenda:

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento