menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ostia Today

Ostia: vince 9,5 milioni di euro alla Snai ma era un attacco hacker

Carlo, 40 anni, ha vinto 9,5 milioni alla videolottery giocandone 10 euro. La vincita però è falsata: un attacco haker avrebbe mandato in tilt i sistemi di tutta Italia per pochi minuti. L'uomo ricorre alle vie legali

Un'illusione da capogiro, proprio come la cifra "vinta", quella che ha colpito, fra i tanti in Italia, un giocatore di una sala Snai di Ostia. Carlo ha 40 anni, padre di tre bambini, di mestiere fa il fruttivendolo, e la "fortuna" l' ha baciato. Ha vinto 9,5 milioni di euro alla videolottery giocandone 10, peccato che la buona stella c'entri poco. 

Il "merito" è piuttosto di un attacco hacker che avrebbe mandato in tilt i sistemi di tutta Italia regalando contemporaneamente centinaia di vincite record a molti scommettitori della penisola. A dare la notizia sarebbe stata la stessa Snai che, in una nota, avrebbe comunicato la manomissione del sistema e il black out durato pochi minuti.

Minuti preziosi però, nei quali molti giocatori hanno toccato il cielo con un dito e non si rassegnano adesso a mollare i "loro" soldi. Primo fra tutti Carlo che dichiara a Ostia Tv di aver fatto ricorso alle vie legali. "Ho parlato col mio avvocato e spero che la cosa si risolva per il meglio - dichiara il fruttivendolo - questi soldi mi servono per sistemare i miei figli, uno è in arrivo". E, ridendo, è ottimista, tanto da pensare di chiamarlo Fortunato. 

Potrebbe interessarti


Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Alessandro
    Alessandro

    Certo, quando a vincere è il giocatore, è normale che ci sia qualcosa che non va, però quando tanta gente si rovina e rovina le proprie famiglie, va tutto bene no, vero Stato...ti dicono di giocare responsabilmente, poi però ti mettono macchinette e cose simili fin quasi dentro casa..il gioco è una droga, più o meno come le sigarette...Ci vogliono limitazioni.

  • Avatar anonimo di gian luk
    gian luk

    se c'è stato un attacco la Snai è responsabile per non aver predisposto difese adeguate, devono pagare tutto fino all ultimo centesimo. E' uno schifo ormai come lo Stato faccia i soldi con il gioco, persino negli uffici postali hanno installato distributori automatici di gratta e vinci!! Stato ladro e ipocrita

Più letti della settimana

Torna su