OstiaToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Pasolini "compare" ad Ostia, busto rimosso dalla polizia locale

 

Pier Paolo Pasolini è tornato a Ostia. Nel giorno del 44esimo anniversario della morte dell'intellettuale, ha fatto la sua ricomparsa un busto raffigurante lo scrittore, poeta e regista, ucciso la notte del 2 novembre del 1975 proprio in zona Idroscalo.

"Non toccatelo, rappresenta la nostra memoria", l'appello sulla pagina Facebook di 'Territorio Narrante', collettivo che ha accompagnato Antonio Belli, lo street artist autore delle opere, nella sua ultima installazione a Ostia. 

Nella tarda mattinata due pattuglie della Polizia locale gruppo Roma X Mare ha provveduto a rimuovere il busto. Ne sono nate polemiche sulle quali si registra la presa di posizione del sindacato di categoria, per voce di Raffaele Paciocca RSU Cisl FP e di Andrea Venanzoni Dirigente Cisl FP.

"Poco ci interessano le polemiche politiche che stanno montando sulla rimozione della installazione, non autorizzata, del busto di Pasolini, posizionato nottetempo su una colonna di pregio storico-artistico a Ostia, a ridosso della trafficatissima Via del Mare – chiariscono i sindacalisti – Ci interessa molto di più stigmatizzare il linciaggio che sta montando sui social network e che addirittura, stravolgendo la realtà dei fatti, arriva quasi ad accusare di iconoclastia il personale della polizia locale, colpevole solo di aver adempiuto alle proprie attribuzioni di vigilanza e controllo: non c’era in quella rimozione alcun intento censorio o dissacrante, nè si è trattato di ottuso rispetto della legalità, ci sembra piuttosto evidente, si è trattato solo del ripristino dello stato dei luoghi, in primo luogo proprio perché la colonna su cui il busto poggiava è un bene di valore storico. Aspetti questi che invece vengono sempre studiati e analizzati quando si passa per un corretto iter autorizzatorio istituzionale, unica strada da perseguire quando si vuole davvero rendere un omaggio".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento