Ostia Today

Da Ostia al Gran Ballo dell'opera di Vienna: la favola di Sara Spadaccini

Vincitrice ad ottobre del Gran Ballo di Roma, Sara è una studentessa romana al V anno liceo classico Democrito di Casal Palocco

Sara Spadaccini

A rappresentare l'Italia al prestigioso Opernball di Vienna di quest’anno è stata Sara Spadaccini, studentessa romana iscritta al V anno del liceo classico Democrito di Casal Palocco. Sara, vincitrice ad ottobre del Gran Ballo di Roma, per l’occasione è stata accompagnata da Lukas Weingartshofer, allievo della più famosa scuola di Ballo di Vienna, la Tanzschule, diretta dal maestro Thomas Elmayer. 

Emozionata, Sara racconta a RomaToday: "Ho sempre sognato di vivere un'esperienza simile, ma non credevo fosse realizzabile. L'Opernball di Vienna è stato il coronamento di un sogno divenuto realtà. Un'esperienza che, insieme al Gran Ballo di Roma, mi ha fatto crescere, mettendo in luce aspetti della mia personalità di cui non ero a conoscenza, ma, soprattutto, grazie alla quale ho riscoperto la bellezza di credere nei propri sogni. Ripartiamo da qui, dai nostri sogni, non guardando ad essi come un qualcosa di trascendentale, ma come un obiettivo che, con impegno e determinazione, può essere raggiunto, qualunque esso sia. Nel mio caso, un ballo mi ha cambiato la vita, suscitando in me emozioni che resteranno sempre vive. Ci sono attimi che non si dimenticano".

La passione dei viennesi per il ballo di carnevale risale al XVIII secolo: indossare maschere e costumi era cosa riservata ai nobili in contesti privati. Per amore di uguaglianza, l'imperatore Giuseppe II aprì a tutti gli eventi danzanti che si tenevano nei saloni delle feste della Hofburg. In questo modo i viennesi ebbero modo di assi