OstiaToday

Ostia, tensioni tra cittadini Valle Porcina e M5s. Le Opposizioni: "Ricostruzione grillina non obiettiva"

Le Opposizioni: "Non è la prima volta che il capogruppo grillino si lascia invece andare a momenti di collera e a comportamenti provocatori"

Non si placano le polemiche dopo i momenti di tensione vissuti nel pomeriggio del 14 marzo ad Ostia, nell'aula Massimo Di Somma dove nel X Municipio stava andando in scena il Consiglio sull'emergenza abitativa relativa a Valle Porcina. Nell'occasione il Movimento 5 Stelle ha denuncia una aggressione subìta dal capogruppo Antonio Di Giovanni colpito da "un calcio all'addome".

"Facciamo gli auguri di prontissima guarigione al capogruppo del M5S Di Giovanni", dichiarano i capigruppo delle Opposizioni in Municipio X Monica Picca (Fdi), Athos De Luca (Pd), Mariacristina Masi (FI), Franco De Donno (Laboratorio Civico X), Andrea Bozzi (Sogno Comune): "Ma, per amor di verità e soprattutto per far sì che tali fatti non si ripetano, non possiamo non stigmatizzare e condannare il suo atteggiamento guascone nei confronti del pubblico presente per assistere al Consiglio straordinario sull'emergenza abitativa e sul rischio sgombero nel residence di Valle Porcina, che ha scatenato la certamente deprecabile reazione di alcuni cittadini, fino a quel momento contenuti senza grandi difficoltà".

"Mentre tutti con calma cercavamo di gestire una situazione delicata che vede molte famiglie esasperate perché a rischio sgombero, il consigliere ha cominciato a gridare dal suo banco, rispondendo con veemenza ai cittadini, per poi precipitarsi verso di loro, come documentato da diversi video e come hanno potuto constatare non senza stupore tutti i presenti. D'altronde non è la prima volta che il capogruppo, che ricopre un ruolo delicato che imporrebbe grandissimo senso di responsabilità, si lascia invece andare a momenti di collera e a comportamenti provocatori. Alla Sindaca Raggi, che non gli ha fatto mancare la sua solidarietà, suggeriamo di verificare quanto accaduto davvero, anche attraverso il suo Assessore Castiglione presente in aula, onde evitare che ciò si ripeta. Mentre alla Presidente Di Pillo, non presente in Consiglio, suggeriamo di provare a tenere a bada i suoi e di tornare ad assistere ai Consigli, come ha fatto già in passato dopo le nostre proteste sulla gestione dei lavori durante l'approvazione del Bilancio", si legge in una nota. 

"Dopo questi fatti, inoltre, la maggioranza grillina, che si è poi affrettata a ricostruire l'accaduto nel solito modo parziale e poco obiettivo, ha abbandonato l'aula a consiglio sospeso, lasciando noi consiglieri di opposizione sui banchi da soli con i cittadini surriscaldati che cercavano risposte e con gli agenti di Polizia intenti a placare gli animi. A questi ultimi va il nostro ringraziamento per come hanno gestito la situazione, supplendo di fatto al vuoto istituzionale creatosi e favorendo una mediazione tra i cittadini e gli esponenti della maggioranza, rintanati negli uffici. . continuano le Opposizioni - La cosa incredibile è che, infatti, una volta ristabilito l'ordine nessuno di loro è più rientrato in Aula, facendo così scadere il tempo del Consiglio, impedendoci di votare i documenti che avevamo presentato e vanificando la possibilità di raggiungere un obiettivo politico utile a tutti, prima di tutto ai cittadini. Sicuramente più utile di polemiche sui social e dichiarazioni buone solo a fare la solita propaganda di parte e a coprire l'inconsistenza politica e il dilettantismo nella gestione della vita istituzionale e democratica a cui siamo ormai tristemente abituati".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Raggi prova a ripartire e convoca i minisindaci: "Non sapevo niente, avanti compatti"

  • Cronaca

    Follia fra Termini e via Cavour: prima la rapina poi con una pala minaccia i passanti

  • Cronaca

    Roma blindata, c'è il presidente della Cina. Strade chiuse al Centro e Parioli

  • Corviale

    Crisi Municipio XI, l'ex consigliera grillina rompe gli indugi: "Voto la sfiducia"

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

Torna su
RomaToday è in caricamento