OstiaToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raggi ad Ostia, contestazione con assembramento: imprenditori e CasaPound contro la sindaca

Marsella (CasaPound) impedisce alla Raggi di scendere dalla macchina, poi l'attacco: "Venga a confrontarsi con chi sta pagando questa crisi, con i negozianti, i ristoratori, le partite Iva"

 

Momenti di tensione ad Ostia quando, nella mattinata di lunedì 18 maggio, alcuni commercianti e gestori dei chioschi delle spiagge libere hanno contestato la sindaca Virginia Raggi, in visita nel X Municipio, per controllare ciò che sta avvenendo nel mercato di via Orazio dello Sbirro. 

E se nel mercato le distanza di sicurezza sono e sono state mantenute, in strada no. Complice il clima che la Sindaca ha trovato al suo arrivo. Raggi è arrivata a Ostia alle 11 per visitare i cantieri aperti in X Municipio su iniziativa dell'amministrazione locale.

Ad accoglierla, però, non ha trovato solo le bandiere a 5 Stelle ma anche alcuni imprenditori che si erano concentrati al Pontile per un flash mob di protesta. Appena saputo del suo arrivo i manifestanti, alcuni si sono spostati in via Orazio dello Sbirro, mentre altri son rimasti a piazzale dei Ravennati in una protesta statica e pacifica, come da norme Covid-19.

Gli animi si sono scaldati quando Luca Marsella, consigliere e capogruppo di CasaPound ad Ostia, è entrato in scena: "Ho impedito alla Raggi di scendere dalla macchina e fare l'ennesima passerella ad Ostia. Venisse a confrontarsi con chi sta pagando questa crisi, con i negozianti, i ristoratori, le partite Iva. Siamo davvero stanchi, questo è solo l'inizio".

Immediata la replica, su Facebook, del consigliere capitolino del M5S, Paolo Ferrara: "'Questa è la tua ultima passeggiata', così hanno minacciato la sindaca. Oggi un gruppo di Casapound è venuto a disturbare mentre Virginia Raggi incontrava i commercianti a Ostia. In un momento così difficile, mentre la gente è in difficoltà, queste persone speculano sulla pelle dei cittadini. La solita sceneggiata con minacce pesanti nei confronti della sindaca. Vigliacchi".

"I militanti di Casapound hanno minacciato la sindaca Raggi. - scrive in un post su Facebook il consigliere capitolino del M5S, Andrea Coia - Un'aggressione gravissima. Eravamo in un mercato per parlare con i commercianti. Il nostro lavoro è stato disturbato da questi esaltati. La nostra amministrazione non si è lasciata intimidire dai Casamonica e di certo non si farà spaventare dalle frasi urlate da Casapound".  

Nel frattempo, al Pontile al fianco di altri commercianti, artigiani ed imprenditori del litorale c'erano anche il consigliere capitolino Davide Bordoni e la consigliera municipale Monica Picca (Municipio X) della Lega per Salvini Premier: "Dai costi di sanificazione dei locali alla gestione dei flussi, è tutto sulle loro spalle. Per questo mettere in atto piani di accessibilità inadeguati o incerti si tradurrebbe in un colpo di grazia al commercio. La stagione estiva deve partire il prima possibile e, al contempo, il Campidoglio deve organizzare un serio piano di mobilità con il potenziamento della Roma-Lido, delle linee ATAC dedicate al mare e allo stanziamento di straordinari per vigili e forze dell'ordine. Quest'anno Ostia ed i suoi 20 km di spiagge saranno veramente il mare di tutti i romani. Raggi permettendo". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento