OstiaToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Raggi a Ostia, l'Idroscalo a rischio sgombero la contesta: "Sono mesi che chiediamo appuntamento"

"Per queste case che voi chiamate baracche abbiamo speso soldi. Da lì non ci muoviamo. Dove è la legalità"

 

"So' sei mesi che chiediamo un appuntamento e invece ci invitater un taglio del nastro? Vergogna". Le donne dell'Idroscalo di Ostia urlano, chiedono udienza, ma non vengono accolte. Sono loro a contestare la sindaca Virginia Raggi e la presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo, presenti per l'inaugurazione del nuovo 'Punto Luce delle Arti' di Bulgari e Save the Children. 

Gli abitanti dell'Idroscalo, a rischio sgombero, non si sono risparmiati: "Per queste case che voi chiamate baracche abbiamo speso soldi. Da lì non ci muoviamo. Dove è la legalità". Le più agitate le donne: "Vergognatevi, è questa la trasparenza?". 

"Stiamo lavorando con gli abitanti. Ci sono tante richieste, alcune hanno risposte più semplici, altre più complicate. Ci vorrà del tempo per riuscire a trovare quella giusta strada per consentire loro di avere le risposte che chiedono da decenni", quindi risposto Raggi.

Quello dell'idroscalo "è un terreno a rischio idrogeologico ed è un problema che si trascina da molti anni - ha aggiunto Di Pillo - L'amministrazione municipale per quanto di sua competenza si sta interessando per risolvere la questione".

La Comunità Foce Tevere, proprio ieri, aveva diffuso una nota etichettanto Raggi e Di Pillo come Alemanno e Vizzani (ex minisindaco di Ostia) dopo la missiva dell'agenzia del Demanio che parlava di possibili sgomberi: "In pieno spirito di collaborazione, la Comunità Foce del Tevere chiede con urgenza un incontro con l'Agenzia del Demanio, visto che parliamo di 550 famiglie in abusivismo di necessità, anche per evitare conflitti sociali e procurati allarmi. Sono passati quasi sei mesi e non abbiamo ottenuto alcuna risposta". 

Domani presso l'Assessorato Urbanistica, il Campidoglio (dopo la contestazione delle donne dell'Idroscalo) ha annunciato che si terrà un nuovo incontro convocato dopo l'adozione della variante al Piano di Bacino del Fiume Tevere da parte del Comitato Istituzionale Autorità di Bacino.

"Si tratta di una tematica complessa in tutti i suoi aspetti, sia per quanto riguarda il tema del rischio idrogeologico dell'area sia sull'individuazione di possibili soluzioni alternative che possano garantire la sicurezza degli abitanti. Al termine dei diversi incontri si terrà un confronto con i cittadini", ha spiegato assessore all'Urbanistica Luca Montuori. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento