homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ostia Today

Ostia, lucciole e degrado: pineta e lungomare

Il fenomeno della prostituzione, sul mare di Roma, è in calo ma degrado e aggressioni ci sono ancora. La via Litoranea e la pineta di Castelfusano sono due luoghi fissi dove si possono trovare lucciole di ogni genere: dai trans, alle ragazze dell'Est

Via Litoranea e la pineta di Castelfusano. Ad Ostia e dintorni trans e prostitute si possono trovare lì. Posti definiti e orari sicuri, come se fosse un ufficio. Dal giovedì alla domenica dalle 22 in poi, solite facce e soliti clienti. Un stretto 'circolo'. Il numero delle lucciole, sul mare di Roma, nella zona del XIII Municipio è calato ma, spesso, dove c'è il fenomeno della prostituzione c'è anche tanto, troppo degrado. Le mamme che abitano nella zona dell’Infernetto, hanno da sempre denunciato lo spettacolo offerto dalle tante prostitute e trans, in abiti succinti, che praticano la compravendita del sesso a viale del Lido di Castelporziano, la strada che dall'Infernetto porta al mare.

Scena simile nel cuore della pineta di Castelfusano utilizzata come parcheggio per le macchine e 'ufficio' per le prostitute. Nulla di così sorprendente sia chiaro, ma il degrado della zona sta danneggiando l'ultimo vero polmone di Ostia. Ciclisti e cittadini spesso camminano o passeggiano a stretto contatto con trans e prostitute. La pratica del sesso a pagamento, ad Ostia e dintorni, si riduce sempre nelle stesse zone con le prostitute che sono, per lo più, trans dal fisico più che mascolino. Una piccola congrega.
 
Il questore della provincia di Roma, Fulvio Della Rocca, ha disposto per tutto il periodo estivo servizi in varie zone del litorale romano il proseguimento dell’azione di contrasto al fenomeno della prostituzione. Azioni che serviranno, anche, per limitare le risse e le aggressioni proprio tra lucciole. Come è successo, a maggio, sulla via Litoranea quando una cittadina romena di 31 anni fu aggredita da 5 prostitute di età compresa tra i 26 e i 37 anni per aver invaso il "loro territorio". Trans nella Pineta di Castelfusano, ragazze dell'Est sulla via Litoranea. Sempre le stesse ragazza, sempre gli stessi orari. Gli uffici del sesso, sul mare di Roma, si trovano lì. 
 
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Basterebbe assai poco. Venga riconosciuto il mestiere di coloro ( colui o colei) che liberamente vendono sesso a pagamento. Chi vuole fare questo mestiere lo potrà esercitare solo in luoghi privati, pena l'arresto per un annetto o l'espulsione coatta dal territorio nazionale!

  • non si riesce a togliere le prostitute e trans dalle strade incapaci...........

Notizie di oggi

  • Politica

    Né a destra né a sinistra, il M5S in aula Giulio Cesare sui due lati

  • Politica

    Vigili, Diego Porta per il dopo Clemente: sarà comandante fino al 31 agosto

  • Politica

    Raggi lavora alla Giunta: Flavia Marzano assessore all’Innovazione

  • Cronaca

    Donna nuda fa il bagno alla fontanella di largo di Torre Argentina

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro furgone-scooter, morto 37enne

  • Weekend a Roma: gli eventi del 25 e 26 giugno

  • La truffa della calamita: così commercianti riducono del 92% il consumo di energia

  • TeverEstate addio, niente gazebo sul fiume: "Perso un milione di euro"

  • Da Minenna alla Danese, prende forma la giunta Raggi

  • Ama, Atac e Acea, vertici chiedono fiducia alla Raggi: pronti alle dimissioni

Torna su
RomaToday è in caricamento