OstiaToday

LETTORI: Pista ciclabile e salto del fosso

Un lettore scrive in merito alla nuova pista ciclabile su Via Cristoforo Colombo tra Casalpalocco e la Pineta di Castelfusano

Un lettore scrive in merito alla nuova pista ciclabile su Via Cristoforo Colombo. "Lo scorso settembre un sorridente Presidente del XIII Municipio, Giacomo Vizzani, accompagnato dall'Assessore all'Ambiente Innocenzi e dal consiglere Marchesi, inaugurava davanti alle telecamere della TV locale il nuovo tratto della pista ciclabile lungo la Via Cristoforo Colombo tra Casalpalocco e la Pineta di Castelfusano.

Ciò nonostante le suddette comparse non si fossero mai realmente interessate all'opera, tanto da ignorare sistematicamente tutte le note che le associazioni gli indirizzavano.

La storia di quel tratto di ciclabile, l'unico percorso che permette (in teoria) all'entroterra del XIII Municipio di raggiungere a piedi o in biciletta il litorale, è lunga e travagliata. L'opera è stata approvata e finanziata nel lontano 2005 poi, causa cambiamenti politici nell'amministrazione locale, lasciata per 5 anni in un cassetto (nonostante le continue sollecitazioni delle associazioni). Finalmente viene rispolverata nel 2010 e parte il cantiere, subito bloccato perchè non si era considerato il rischio che la scarpata adiacente potesse franare. Finalmente i lavori riprendono e dopo un anno l'inaugurazione.

Tutti contenti si direbbe. Tutti tranne i poveri ciclisti che fiduciosi provano a percorrerla. Infatti, provenendo da Casalpalocco lungo il vecchio tratto di ciclabile esistente si finisce dritti nel fosso del Canale della Lingua. Provenendo dalla pineta di Castelfusano invece, si va contro un guard-rail e si è assurdamente costretti a percorrere la Via Cristoforo Colombo contromano, per attraversare il pericolosissimo incrocio con Via del Canale della Lingua!

Un'assurdità quella di non considerare il collegamento del vecchio tratto di ciclabile con il nuovo, denunciata instancabilmente dalle associazioni e mai ascoltata, che oggi rappresenta un pericolo mortale per le centinaia di persone (tra cui anche bambini e ragazzi) che la utilizzano. A nulla sono valse le note di diffida all'amministrazione del XIII Municipio ed alla Polizia Municipale. Forse che gli spot televisivi valgano più della vita delle persone? Come possono dormire tranquilli gli amministratori che hanno inaugurato questa opera che 'collega Casalpalocco ad Ostia' obbligando ad impegnare contromano la Cristoforo Colombo?? Quanto tempo dobbiamo aspettare prima che questo ottimo esercizio elettorale faccia la prima vittima??

L'associazione CYCOM, considerata la latitanza dell'amministrazione locale, ha annunciato di voler procedere con un esposto al locale Comando dei Carabinieri, al fine di 'sensibilizzare' i responsabili a mettere in sicurezza l'incrocio o chiudere la pista ciclabile".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento