menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsius

Ostia Today

Pretendeva 'pizzo' da parcheggiatore abusivo minacciandolo con cacciavite

L'uomo è così finito in manette con l'accusa di tentata estorsione e per lui si sono spalancate le porte del carcere romano di Regina Coeli

E' successo ieri mattina verso le 9.00, nel parcheggio antistante la biblioteca comunale Elsa Morante a Ostia. Un cittadino marocchino B.H., 34enne pregiudicato, si è avvicinato ad uno dei parcheggiatori abusivi presenti nel piazzale e brandendo in mano un cacciavite lo ha minacciato dicendogli che se voleva continuare a lavorare in quel posto doveva consegnargli la somma di 50 euro alla settimana, così come, a suo dire, facevano già altri abusivi della zona.

Il parcheggiatore, ha finto di accondiscendere alla sua richiesta ed ha invece contattato il '112'. Così, dopo pochi minuti, è giunta nel parcheggio una pattuglia della Stazione dei Carabinieri di Ostia, che ha sorpreso il cittadino marocchino con ancora il cacciavite in mano. L’uomo è così finito in manette con l’accusa di tentata estorsione e per lui si sono spalancate le porte del carcere romano di Regina Coeli, dove sarà interrogato in questi giorni dal giudice del Tribunale di Roma.

 

Potrebbe interessarti


    Commenti (1)

    • È incredibile questo paese...sempre peggio! Ormai anche chi vive nell'illegalità viene aggredito e minacciato da chi, a suo modo, vive un'illegalità peggiore. E se non si fà qualcosa si aprono per il nostro paese le porte del terzo mondo...Roma come Calcutta?

    Più letti della settimana

    Torna su