OstiaToday

Ostia: il 21 settembre World Coastal Cleanup Day

Retake, Quirinale, Governo, Commissione Europea, Regione, Comune, Ambasciate, Cif e associazioni insieme per Roma e a difesa dell'ambiente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Il 21 settembre 2019 Retake Roma - movimento che promuove la qualità, la vivibilità e il decoro urbano di Roma, articolato in 90 gruppi di quartiere e altre 50 città gemellate in Italia - organizza un doppio evento di bonifica nel Municipio X di Roma, nell’area compresa tra il lungomare di Ostia e la Pineta di Castel Fusano, con l’obiettivo di raccogliere e differenziare i rifiuti abbandonati da anni. All’iniziativa, sostenuta dalla Presidenza della Repubblica Italiana e patrocinata dalla Rappresentanza italiana della Commissione Europea, dalla Regione Lazio e da Roma Capitale, hanno aderito anche l’Ambasciata degli Stati Uniti d'America a Roma e l’Ambasciata di Estonia a Roma. Collaboreranno oltre 20 associazioni e comitati. Parteciperanno il neo Sottosegretario di Stato al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Roberto Morassut, l’Assessore al ciclo dei rifiuti della Regione Lazio Massimiliano Valeriani, la Presidente del Municipio X di Roma Capitale Giuliana Di Pillo, il Presidente della Commissione Ambiente della Regione Lazio Valerio Novelli, l’Ambasciatrice di Estonia Celia Kuningas-Saagpakk, il Rappresentante permanente degli Stati Uniti presso le Agenzie delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura a Roma Amb. Kip Tom, il Vice Capo Missione dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia Thomas Smitham e la Responsabile comunicazione della Rappresentanza italiana della Commissione Europea Claudia De Stefanis. La Presidenza della Repubblica supporta l’iniziativa di Retake Roma, garantendo anche il trasporto dei partecipanti. Una rappresentanza dei volontari di Retake Roma visiterà la Tenuta presidenziale di Castelporziano, territorialmente contigua ai siti dove si svolgeranno le attività di pulizia civica. Main partner della giornata sarà Cif, brand per la pulizia e la cura della casa di Unilever Italia, che partecipa in particolare con #CIFaBellaItalia, il progetto di riqualificazione ambientale partito alcuni mesi fa in Italia e che ha l’obiettivo di ridonare la bellezza alle città italiane, contribuendo a migliorare il benessere delle persone. Alle ore 15:00 il Sottosegretario all’Ambiente Morassut darà avvio agli interventi di riqualificazione che partiranno da Viale Mediterraneo per poi proseguire contemporaneamente sulla spiaggia di Lungomare Lutazio Catulo, nei pressi del Canale dei Pescatori (litorale di Ostia) e nell’area protetta del Parco urbano Pineta di Castel Fusano, la più ampia area verde della Capitale. Sono previsti oltre 300 volontari, che saranno divisi in due squadre: Blu (per la spiaggia e la costa) e Verde (per la strada e la pineta). Al termine delle attività, intorno alle 18:30, si svolgerà a Piazzale Mediterraneo una premiazione - che vedrà protagonista la squadra di volontari che avrà raccolto più rifiuti - e alcuni interventi da parte di rappresentanti delle istituzioni. Alle 19:10 il “Bagno di Gong” celebrerà la chiusura dell’evento. L’iniziativa è organizzata in occasione dell’International Coastal Cleanup Day, il più grande evento annuale di conservazione e protezione delle coste - promosso dal movimento di difesa ambientale Ocean Conservancy in Texas (USA) 30 anni fa e oggi diffuso in tutto il pianeta - e si inserisce nella cornice della settimana del World Cleanup, organizzato dal movimento Let’s do It! World (oggi membro dello United Nations Environment Programme - UNEP) nato in Estonia nel 2008, in cui cittadini di tutto il mondo in contemporanea si uniranno per ripulire il mondo dai rifiuti, con l’obiettivo di realizzare “la più grande azione civica che il mondo abbia mai visto”. L’anno scorso (settembre 2018) i due eventi hanno coinvolto quasi 20 milioni di partecipanti con 100.000 tonnellate di rifiuti raccolte in 160 paesi. “Siamo molto felici di patrocinare “Ostia acchiappa la plastica” - afferma il Capo f.f. della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Vito Borrelli - rinnovando la sinergia che ha visto collaborare in passato la Rappresentanza e Retake. L’evento si inserisce appieno nella campagna #EUBeachCleanUp della Commissione europea, che vede impegnate Rappresentanze e Delegazioni dell’Unione europea in tutto il mondo in attività di sensibilizzazione sull’importanza della protezione dei mari e la riduzione della plastica e degli altri rifiuti marini”. “Con questa iniziativa - spiega la Presidente e Cofondatrice di Retake Roma Paola Carra - vogliamo risvegliare la consapevolezza dei cittadini che il degrado in cui versa la Capitale può essere risolto solo con una partecipazione più responsabile e attiva delle persone e con un rapporto di cooperazione con le amministrazioni. Aspiriamo a una città nella quale la riqualificazione e la cura degli spazi urbani contribuisca alla felicità delle persone, e riteniamo che il cambiamento parta da se stessi e da un rinnovato atteggiamento di cura verso la Capitale.

Il 21 settembre uniremo le forze per dimostrare che Ostia può essere all’altezza della sua bellezza!”

Retake Roma (www.retakeroma.org) è un Organizzazione di Volontariato impegnata nella lotta contro il degrado, nella valorizzazione dei beni pubblici e nella diffusione del senso civico sul territorio. Nella cornice del principio di sussidiarietà (art. 118 della Costituzione), promuove il decoro urbano coinvolgendo tutte le componenti della società nella cura e nel rispetto della città e operando tramite un insieme di eventi di mobilitazione civica, progetti educativi e partenariati pubblico-privati. Urban renewal, Competività territoriale, Sviluppo della comunità, Sviluppo competenze, Innovazione sociale e Advocacy sono fra le principali attività dell’associazione. Retake è presente a Roma e provincia con 90 gruppi di quartiere e in 50 città in Italia, tra cui Milano, Napoli, Bari e Palermo.

Torna su
RomaToday è in caricamento