OstiaToday

Ostia: inviato di Report aggredito dal presidente di Federbalneari

Il presidente di Federbalneari Papagni ha cercato di infilare in bocca al cronista la planimetria con gli abusi

Attimi di tensione ad Ostia quando ieri Renato Papagni, presidente di Federbalneari ha aggredito l’inviato di Report Giorgio Mottola. I due si sono trovati di fronte dopo una conferenza stampa riguardante una iniziativa culturale che si terrà sul litorale.

Al termine il giornalista ha chiesto a Papagni, titolare di una concessione demaniale per una delle più importanti e grandi spiagge di Ostia, Le Dune, "come sia possibile che nonostante gli abusi e le irregolarità accertate rispetto alla gestione del suo stabilimento balneare non gli sia stata revocata la concessione".

In tutta risposta Papagni "ha prima strattonato Mottola, poi lo ha aggredito verbalmente e nel momento in cui l’inviato di Report gli ha mostrato un foglio recante la fotografia satellitare dello stabilimento balneare che dimostrava le irregolarità e gli abusi commessi, il Presidente gli ha strappato di mano il foglio e ha cercato di infilarglielo in bocca" si legge in resoconto di Report che poi ha pubblicato un video su Facebook.

Papagni-2-3

Sulla vicenda è intervenuta Giuliana Di Pillo, presidente del X Muncipio: "Esprimo solidarietà nei confronti dell'inviato della trasmissione Report che ha subito una vergognosa censura attraverso l'uso della forza da chi probabilmente non aveva nessuna intenzione di rispondere alle domande e commentare le foto che esplicitavano gli illeciti oggetto della trasmissione".

"Condanno pertanto fermamente questo tipo di atteggiamento violento, teso a silenziare l'informazione in un momento in cui la verità è necessaria in un municipio come il nostro che ambisce a ritornare il fiore all'occhiello della Capitale", ha poi concluso l’esponente del Movimento 5 Stelle.

''Il presidente di Federbalneari, invece di rispondere alle domande e commentare le foto che esplicitavano gli illeciti già commessi, ha pensato di provare a far ingoiare a Mottola la documentazione. - afferma la Fnsi in una nota - Questi episodi non sono più tollerabili, anche perché sono ripetuti, plateali, commessi in pubblico e documentati dai video. Per queste ragioni chiediamo che si proceda immediatamente, senza indulgenza alcuna e mettendo queste persone in condizione di non nuocere ad alcuno e di non molestare la libertà di informazione e il diritto dei cittadini ad essere informati''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento