OstiaToday

Ostia: colazione antiracket al Gran Caffè Salerno, segnale forte contro la criminalità

L'iniziativa lanciata dai Giovani democratici di Ostia e ripresa dal presidente dell'Osservatorio Mafie in Regione Cioffredi: "Sosteniamo l'associazionismo antiracket"

Colazione antiracket oggi ad Ostia. Alle 11 residenti, associazioni e alcuni politici locali si sono recati al Gran Caffè Salerno di via Piola Caselli nel giorno in cui il bar, rientra nella disponibilità del legittimo proprietario dopo aver denunciato estorsioni subiti da membri della criminalità del litorale. A lanciare l'appello sui social a recarsi nel bar erano stati nei giorni scorsi i Giovani Democratici di Ostia.

"Appena abbiamo saputo che il bar avrebbe riaperto domenica mattina con la sua vera proprietaria, abbiamo pensato che sarebbe stato fondamentale lanciare un segnale al nostro territorio. - dicono i ragazzi - Così  abbiamo sparso voce, su facebook e tra le nostre conoscenze affinché  tutti andassero a fare colazione al caffè Salerno. Per fortuna il nostro messaggio è stato colto e al bar, questa mattina, c'era il pienone". 

Ma non é stata una semplice colazione, é stato un gesto di solidarietà di una comunità che ha deciso di stare vicino a chi sceglie di dire "no alla mafia". "La mafia ad Ostia esiste, lo ribadiamo da tanto, ma esiste anche e soprattutto chi é disposto a combatterla con la legalità facendo rifiorire la bellezza di questo quartiere. - sottolineano i Giovani Democratici - Invitiamo chi si trova sotto i ricatti di queste famiglie mafiose a denunciare i fatti alle forze dell'ordine e  soprattutto a non avere paura perché questa é una battaglia di tutti".

A sostenere l'iniziativa anche Sinistra Italiana X Municipio – Casa della Sinistra che in una nota dichiara: "Nessuno può permettersi di dire che la mafia non esiste o non se ne percepisce l'esistenza, soprattutto a Roma, soprattutto nel X Municipio. Sono tanti, sono troppi, gli episodi di intimidazione, gli attentati incendiari, gli episodi di violenza riconducibili ad una presenza criminale nel nostro territorio. Dobbiamo dirlo con molta chiarezza, ad Ostia la mafia c'è e ha articolazioni funzionali molto efficaci ma c'è anche una città che non si arrende a questa evidenza, un popolo che ha deciso di non piegare la testa, che ha rotto la narcosi prodotta dall’assuefazione della presenza criminale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'iniziativa presenti anche rappresentanti di Libera e Gianpiero Cioffredi, presidente dell'Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione Lazio: "Come Regione siamo al fianco degli imprenditori che denunciano le estorsioni, ecco perché sosteniamo l'associazionismo antiracket, ecco perché diciamo a tutti ad avere fiducia nelle istituzioni, nella magistratura e nelle forze di polizia verso le quali esprimiamo sincera gratitudine, ma forte deve essere anche la solidarietà e il sostegno dei cittadini di Ostia, di tutte le forze sociali, di tutte le forze politiche, tutte le Istituzioni perché insieme siamo più forti e più numerosi dei clan".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento