OstiaToday

Ostia Antica, M5S: "Sollecito al Cbtar per by-pass idraulico al Canale Casali"

Silvana Denicolò Consigliere Regione Lazio M5S: "Sarà importante riuscire a comprendere lo stato della situazione, come primo passo per riuscire a trovare una soluzione condivisa"

"Su richiesta del M5S del X Municipio, ho inviato una richiesta al Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano (CBTAR) per verificare lo stato di realizzazione del by-pass idraulico al Canale Casali, fosso ormai tombato, presente nella zona della Ex-Prosider, fra Ostia Antica e Dragona", esordisce così Silvana Denicolò Consigliere Regione Lazio M5S.

"Riconosciuta l’importanza di garantire un drenaggio dell’area, lo stesso Consorzio di Bonifica, aveva comunicato, nel 2012, di stare svolgendo una perizia preliminare alla realizzazione di questa nuova infrastruttura di collegamento idraulico che pare non abbia visto ancora la luce. - si legge in una nota della pentastellata - Sarà, pertanto, importante riuscire a comprendere lo stato della situazione, come primo passo per riuscire a trovare una soluzione condivisa".

Il Movimento 5 Stelle, da ormai 3 anni, segue, in maniera attenta, tutte le criticità idrauliche del X Municipio. "Abbiamo anche sollecitato il Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano a rispondere alla nostra richiesta di chiarimenti tecnici, presentata nel mese di marzo, sull’adeguamento della sezione idraulica di attraversamento del canale Ponente delle Vie dei Romagnoli, del Mare, Ostiense. - continua Denicolò - Quei lavori, iniziati con i timori dei residenti a valle dell’asse viario, sono ormai divenuti la preoccupazione principale per le attività presenti sul tratto della via Ostiense interessato, a causa della persistenza dei cantieri".

"Riuscire a ricevere una risposta esaustiva da parte del Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano, anche su quella vecchia richiesta, permetterebbe al Movimento 5 Stelle di comprendere sia lo stato dell’arte dei lavori, sia le conseguenze ipotizzabili dopo la conclusione dei cantieri. Sarebbe, difatti, auspicabile un programma di manutenzione ordinaria di sfalcio e pulizia del canale di valle, per riuscire a garantire sul collettore, in assenza di ostruzioni al libero deflusso, una maggiore capacità d’invaso della portata di monte. - si legge ancora - Resta inteso che il timore più grande per il rischio allagamenti sono, senza dubbio, le previsioni edificatorie sul nostro entroterra. Il Movimento 5 Stelle, sa anche che, però, un possibile nuovo rapporto fra il territorio del Municipio X e l’acqua è possibile, e sarà figlio della mappatura idraulica, proposta dall’Autorità di Bacino, che è, ormai, in dirittura di arrivo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento