OstiaToday

Elettrosmog, nuova antenna per telefonia mobile a Ostia: residenti preoccupati

Preoccupazione per la pubblicazione sul sito del Municipio X degli "Avvisi" relativi alle installazioni di antenne per telefonia mobile in Via Giuseppe Genovese Zerbi, Via della Cacciuta/Via Laces e Via Emilio Costanzi

L'allarme 'antenna selvaggia' non sembra cessare. Dopo quelle di Palocco, Ostia e Ostia Antica torna infatti la paura. Sul sito del Municipio X, nella sezione, “Avvisi” relativi alle installazioni di antenne per telefonia mobile, appare una nota che fa presagire l'installazione di un nuovo 'elettro-mostro' in Via Giuseppe Genovese Zerbi, Via della Cacciuta/Via Laces e Via Emilio Costanzi.

Tre circoli di Sinistra Ecologia Libertà X Municipio, appresa la situazione, hanno deciso di esprimersi tramite nota stampa: "Senza un piano di mappatura degli impianti presenti, senza l’individuazione dei Piani Territoriali per le installazioni, senza un monitoraggio sulle emissioni degli impianti stessi e senza un’accurata indagine epidemiologica sul nostro territorio, monitorando quali siano le malattie ricorrenti di chi vive in prossimità degli impianti radio e verificando eventuali relazioni fra patologie e impianti stessi, è assolutamente pericolosa e irricevibile la richiesta di autorizzare altre nuove installazioni di antenne".

"Peraltro la sola pubblicazione di “avvisi” relativi alle installazioni sul sito del Municipio non ci sembra soddisfi quanto sottoscritto dal Comune di Roma e dai gestori di telefonia nel protocollo del 2004, che prevede non solo l’informazione ma bensì la partecipazione attiva delle comunità di cittadini costituite e riconosciute a livello municipale per la definizione di un piano di localizzazione territoriale degli impianti. - continua la nota firmata da Denise Lancia, Marco Possanzini e Leonardo Ragozzino - Ci risulta che l’Assessorato competente di Roma Capitale stia predisponendo i Piani Territoriali e chiediamo quindi al Municipio, in attesa della individuazione di luoghi idonei,  la sospensione in autotutela di ogni nuova installazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiediamo inoltre al Presidente Tassone di adoperarsi affinchè gli uffici tecnici competenti non procedano secondo l’istituto del silenzio/assenso ma anzi si attivino per dare agli interessati comunicazione interruttiva del periodo di 90 giorni previsto per questo istituto procedendo a verifiche puntuali dei progetti presentati circa la distanza dai siti sensibili, come ospedali e scuole, individuati dalle norme in vigore, e dalle zone densamente abitate, secondo il principio di precauzione, nonchè alla conformità degli impianti alle autorizzazioni rilasciate sia dal punto di vista edilizio che delle potenze installate", concludo i rappresentanti di Sinistra Ecologia Libertà X Municipio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento