OstiaToday

Ostia, Ricci (Idv) sponsorizza l'istituzione dell'Anagrafe pubblica

Il rappresentante di Italia dei Valori del XIII Municipio è chiro: "Ritengo che nella mancata attuazione dell'anagrafe pubblica da parte dell'Amministrazione, si ravvisi una grave assenza di trasparenza amministrativa"

"Nonostante le varie richieste verbali, nel corso dei mesi, sia nell’Aula Consiliare che nella Conferenza dei Presidenti dei Gruppi Municipali di dare attuazione all'istituzione dell'Anagrafe pubblica delle elette e degli eletti, approvata nell’aula Massimo di Somma il 12 gennaio 2012, ed osteggiata da numerosi Consiglieri Municipali, ricordo che al momento della sua approvazione su 25 consiglieri, i presenti erano solamente 14, ed uno dei presenti ha votato anche contro. Preso atto dell’omissione e del attuazione a tale richiesta da parte dell’attuale Amministrazione di centro destra, ho sollecitato, in data 27 settembre il Presidente del Municipio. Ritengo che nella mancata attuazione dell’anagrafe pubblica da parte dell’Amministrazione, si ravvisi una grave assenza di trasparenza amministrativa, funzione richiesta "a parole" da tanti politici a vari livelli istituzionali, anche da personaggi che sono stati inquisiti per reati contro la pubblica amministrazione". Sono le parole di Antonio Ricci in una nota.

Il rappresentate di Idv continua: "Credo, in proposito, che la questione morale in politica, come in tutti gli altri ambiti della vita quotidiana, nel pubblico come nel privato, sia urgente e indifferibile e non riguarda solo le persone ma anche le strutture e gli ordinamenti. E’ necessaria una grande rasformazione culturale e sociale e coloro che hanno, a vari livelli, particolari responsabilità rispetto alla vita pubblica, hanno il dovere di promuovere ed adottare modelli culturali destinati a diventare dominanti.L’anagrafe pubblica, a riguardo, rappresenta un passo importante affinchè i cittadini possano riacquistare la fiducia nei propri rappresentanti politici. L’impegno in politica deve essere, infatti, rivolto alla difesa dei valori etici e sociali e non certo governato da interessi personali relativi alla sfera famigliare o al raggiungimento di una rapida carriera lavorativa. Ho dato seguito all’istituzione dell’Anagrafe Patrimoniale delle Elette e degli eletti inviando al Presidente Vizzani, in data 2 agosto c.a. protocollo 77971, affinchè fosse  pubblicato sul sito istituzionale del Municipio, il mio curriculum (professionale e politico) e la mia dichiarazione dei redditi. Protocollo, ad oggi purtroppo non è stata ancora pubblicata".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento