homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ostia Today

X Municipio, Giachetti: "Ostia ha tutto per diventare una perla"

Il candidato sindaco di Roma e la giornalista sotto scorta hanno parlato della situazione nel X Municipio ai microfoni di Roma Chiama

Il maffare ad Ostia è un tema caldo. Se ne è parlato anche oggi, durante la trasmissione Roma Chiama. Una situazione, quella del X Municipio commissariato per mafia, delicata e che il candidato sindaco di Roma del centrosinistra, Roberto Giachetti vede così: "Il caso di Ostia è un caso dove da una parte c'è stato l'arretramento delle istituzioni e l'abbandono città e contemporaneamente l'avanzata, facilitata da questo, delle forme criminali". 

Ostia, secondo Giachetti, "rappresenta un tesoro inestimabile" e quindi "mettere tutti le sue peculiarità a sistema allontanerebbe le forme di criminalità".

"Ora c'è una ripresa delle istituzioni che per fortuna, insieme alla magistratura, hanno reagito", ha poi continuato il candidato del centrosinistra: "Ostia se noi avessimo la possibilità di governare, e l'avremo dopo il commissariamento, ha tutti gli strumenti per diventare una perla", ha detto Giachetti (qui per ascoltare l'intervista completa).  

In studio anche Federica Angeli, giornalista de La Repubblica e autrice del libro Il Mondo di Sotto sotto scorta per aver denunciato il malaffare nel X Municipio: "Con l'arrivo di Alfonso Sabella ad Ostia la situazione è cambiata. Pochi giorni fa sono passata a salutare i Giovani Democratici che nel quartier generale degli Spada, a Ostia Nuova, avevano organizzato un presidio di legalità. Dopo cinque minuti che ero lì é arrivato Enrico Spada detto Pelè il più anziano della famiglia. Ha chiesto a me una tregua. L'ho ascoltato e gli ho detto che quando decideranno di seguire le regole della legalità allora potranno essere miei interlocutori, altrimenti andremo allo scontro diretto". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • tutti promettono ma nessuno,,dopo,,,,,,,,,,,,,,,fa niente.......tutta gentaglia, ostia è ancora covo di malaffare nulla è cambiato

  • Evvai tarantella napoletana nartro pronto a promette e poi il nulla mascalzoni ladriiiiii

  • Mi chiedo con che coraggio i giovani del PD si sono presentati a Ostia Nuova dopo gli ultimi anni di abbandono e degrado in cui il loro partito ha gettato il quartiere... bella faccia tosta a presentarsi in campagna elettorale, la legalità la promuovessero nelle loro stanze. E la Angeli che tira la volata al partito di Mafia Capitale, bah...

Notizie di oggi

  • Politica

    Vigili, Clemente non è più Comandante. Per il sostituto braccio di ferro Frongia De Vito

  • Politica

    Atac, De Francesco: "Minacciato per la mia attività sindacale"

  • Prima Porta

    Quarto Peperino: la ciclabile nonsense sprofonda tra sterpaglie e rovi

  • Politica

    Raggi in Campidoglio: la sindaca commossa dal balcone del suo studio

I più letti della settimana

  • Elezioni Roma, risultati ballottaggio sindaco: tutti gli aggiornamenti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro furgone-scooter, morto 37enne

  • Elezioni Roma, nei municipi sinistra disintegrata: è tsunami Cinque Stelle

  • La lettera del marito della Raggi: "Hai avuto un coraggio da leonessa"

  • Elezioni Roma 2016: tutti gli eletti in Consiglio comunale

  • Ballottaggio, scoppia il caso sms "non votate Virginia Raggi"

Torna su
RomaToday è in caricamento