mercoledì, 23 aprile 17℃


Ostia, bagnino di professione pusher per necessità: arrestato

Nella stagione invernale, per sbarcare il lunario, il 45enne aveva scelto un'attività tanto remunerativa quanto rischiosa: lo spacciatore. Ieri altri due pusher sono stati arrestati a via Fasan

Lorenzo Nicolini15 dicembre 2011

Continua l’azione di contrasto dei carabinieri di Ostia per fronteggiare il giro di droga sul litorale romano. Nella tarda serata di ieri, le forze dell'ordine hanno arrestato un insospettabile 45enne romano, bagnino di professione nonché incensurato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, residente in un appartamento alle 'Terrazze del Presidente', nel quartiere residenziale di Casal Palocco, d’estate svolge l’attività di assistente bagnante in un noto stabilimento balneare lidense. Nella stagione invernale, per sbarcare il lunario, aveva scelto un’attività tanto remunerativa quanto rischiosa. I Carabinieri, infatti, lo hanno sorpreso in via Mar dei Coralli mentre, alla guida di una lussuosa auto, si è avvicinato ad un uomo che lo stava attendendo sul margine della strada. Sicuro di essere lontano da occhi indiscreti, il 45enne ha consegnato al cliente una dose di cocaina, ricevendo in cambio 50 euro. I militari, che già da qualche giorno stavano seguendo i suoi spostamenti, erano nascosti tra gli arbusti poco distanti e prima che il pusher potesse ripartire con il suo bolide, lo hanno bloccato. Gli uomini dell’Arma hanno fermato anche l’acquirente, un 50enne residente all’Infernetto, che è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione dello spacciatore, i Carabinieri hanno rinvenuto nelle tasche dei suoi pantaloni, tre spinelli già confezionati e altre 21 dosi di “polvere bianca”, tutte accuratamente sigillate in bustine termosaldate e pronte per essere vendute. Sequestrata anche la somma di 300 euro, ritenuto provento dell’attività di spaccio. Questa mattina, nelle aule del Tribunale di Ostia, sarà celebrato il processo per direttissima.

Annuncio promozionale

Ieri sera, in meno di mezz’ora, in due distinte operazioni sono stati arrestati altri due spacciatori. Il primo a finire in manette è stato M.A., 19enne residente in via Fasan a Ostia. Il giovane, già noto ai militari in quanto recentemente arrestato per lo stesso reato, è stato sorpreso ieri sera in via delle Ebridi ove, a seguito di un controllo è stato trovato in possesso di 5 dosi di marijuana pronte per essere smerciate e una cospicua somma di danaro, provento dell’illecita attività delittuosa. Per lui sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Poco dopo, in via Paolo Orlando, altri militari hanno sorpreso E.S., un cittadino di nazionalità egiziana di 38 anni, in Italia senza fissa dimora, mentre cedeva una dose di hashish ad un tossicodipendente del luogo. A seguito della perquisizione, lo straniero è stato trovato in possesso di un’ulteriore dose di droga che aveva celato sotto i propri indumenti. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di spaccio in flagranza di sostanze stupefacenti.
Entrambi, questa mattina sono stati accompagnati nelle aule del Tribunale romano per il giudizio di convalida.

Ostia
droghe
moby

Commenti