OstiaToday

Ostia, arriva il marchio DOM10: così il X Municipio vuole certificare i prodotti locali

Il parlamentino di Ostia: "Per la realizzazione del marchio, come è emerso dalla Commissione, potrebbero essere chiamate in causa scuole, associazioni e realtà del Municipio"

DOM10 ossia, Denominazione di Origine Municipale del Municipio X. Con una proposta avanzata questa mattina in sede di commissione Turismo, il parlamentino di Ostia vuole promuovere un marchio per certificare e, allo stesso tempo, promuovere realtà imprenditoriali del territorio che si occupano di ristorazione o comunque di produzione propria e quindi a chilometro zero. Una iniziativa inoltre possibile volano per l’occupazione e per la promozione turistica.

Per la realizzazione del marchio, come è emerso dalla Commissione, potrebbero essere chiamate in causa scuole, associazioni e realtà del Municipio. Nel corso della seduta è stato presentato il regolamento e la bozza di delibera da presentare in Consiglio municipale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessuna clausola è stata lasciata al caso all’interno del regolamento: dai controlli Asl e quindi la salvaguardia della salute umana, al benessere degli animali, dal legame dei prodotti con origine locale a quelli legati alla storia e alla cultura del territorio. Tra le curiosità emerse all’interno della Commissione, quella di un tartufo locale che potrebbe essere tra i primi prodotti a ricevere il marchio DOM10.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento