OstiaToday

Ostia: limite a 30 km/h e vigili a guardia delle buche, la manutenzione stradale è un flop

Nel X Municipio sono oltre 100 le strade che presentano buche o voragini. Il sindacato Cisl della Polizia Locale alza la voce

Immagine di repertorio

Oltre 100 strade con il limite a 30 km/h perché colabrodo, agenti della Polizia Locale usati come 'transenne umane' per sorvegliare le buche non riparate e la ditta tampone, incaricata dal X Municipio, attiva solo in determinate fasce orarie.

La situazione nelle strade di Ostia, Acilia, Infernetto, Ostia Antica, Palocco, Axa e Dragona è delicata. Al momento, l’impresa che lavora per la manutenzione stradale è attiva dalle 7 alle 16. Da quell'orario in poi, il vuoto. Il week end, a meno di casi estremi, non viene fatto nessun intervento. Una situazione che, secondo quanto riscontrato da RomaToday, potrebbe durare fino ad aprile. 

Come, d'altronde, è avvenuto sabato scorso quando una pattuglia di polizia locale gruppo Roma X Mare ha dovuto “vigilare” tutta la notte una buca sulla via del Mare. La ditta della manutenzione strade non era a disposizione e così gli agenti, in auto, si sono dovuti posizionare ad un centinaio di metri dopo l'uscita della galleria di Acilia, direzione Ostia, dove si è formato un profondo cratere nell'asfalto. 

Insomma si è dovuto fare ricorso ai vigili in funzione di "transenne umane". Episodio, questo, che si va a sommare alle oltre cento strade del territorio dove si circola come se si fosse in un circuito rallystico.

Roma: le buche con la città intorno

I residenti sono stanchi, gli agenti del X Gruppo della Polizia Locale anche così come denunciano i sindacalisti RSU Cisl FP Raffaele Paciocca e Andrea Venanzoni Dirigente Cisl FP: "È inaccettabile che l Amministrazione non riesca a comprendere la gravità dei periodi di vuoto di manutenzione delle strade cittadine. Non può certo considerarsi una scelta amministrativa plausibile alternativa, quella di utilizzare uomini e donne della Polizia Locale per presidiare una buca in mancanza di un pronto intervento di manutenzione da parte delle ditte incaricate. In questa maniera si sterilizza la efficienza del Corpo, si sottraggono risorse umane a servizi di polizia stradale, come il rilevamento di incidenti e la messa in sicurezza delle aree coinvolte". 

"Si pensi che una pattuglia annulla il suo lavoro di vigilanza "dinamica" sul territorio, così necessario in questo periodo, per rimanere, staticamente, a presidio di una buca. - continuano gli esponenti Cisl - Non dovremmo essere noi a spiegare all' Amministrazione la importanza di garantire la efficienza del sistema viario della Città, posto che una buona capacità gestionale del patrimonio viario abbatte gli indici infortunistici, snellisce la fluidificazione della circolazione stradale e si trasforma in un segno di rispetto, necessitato, e di cura, obbligatoria, nei confronti dei cittadini e degli operatori di Polizia locale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento