OstiaToday

Infernetto, parte il controllo del vicinato: "No alle ronde. Collaboriamo con forze dell'ordine"

Gli organizzatori dell'iniziativa: "La collaborazione tra vicini è fondamentale perché si instauri un clima di sicurezza che verrà percepito da tutti, e particolarmente dalle fasce più deboli come anziani e bambini"

I residenti dell'entroterra del X Municipio si sono riuniti per dare vita al 'Controllo del Vicinato'. Lo scorso week end si è infatti svolta un'assemblea pubblica presso la scuola Mozart, organizzata da alcuni cittadini e le associazioni del territorio 'Associazione Vicini di Casa', 'Parco Riserva Verde' e 'Comitato Elle', con un'ampia partecipazione da parte degli abitanti dell'Infernetto, intervenuti per conoscere nel dettaglio il progetto di sicurezza partecipata, noto in Italia con il nome di 'Controllo del Vicinato'.

Una iniziativa che non prevede ronde, appostamenti o passeggiate della sicurezza ma lo scambio in tempo reale, tra abitanti di una via e del quartiere, di informazioni relative a pericoli gravi o potenziali, grazie anche alla collaborazione con le Forze dell'Ordine, che sono intervenute all'incontro con i referenti di zona di Polizia di Stato e Carabinieri.  Relatore di questo primo incontro è stato Stefano Leprini responsabile della Sezione di Roma Sud dell'Associazione Nazionale Controllo del Vicinato che ha spiegato i punti cardine del progetto.

"Lo scopo è quello di comunicare a chiunque passi nell’area interessata al controllo, che la sua presenza non passerà inosservata e che il vicinato è attento e consapevole di ciò che avviene all’interno dell’area". Questa attività è segnalata tramite la collocazione di appositi cartelli. - sottolineano gli organizzatori - La conoscenza reciproca tra gli abitanti di un quartiere, che quotidianamente lo vivono nei gesti più comuni diminuisce la sensazione di isolamento e aumenta quella di sicurezza, rende più partecipi ed integrati e, soprattutto, rappresenta il miglior deterrente per chi volesse compiere furti o illeciti. La collaborazione tra vicini è fondamentale perché si instauri un clima di sicurezza".

Strumento vincente di questa iniziativa, è la partecipazione attiva delle Forze dell'Ordine con la collaborazione dei cittadini che, con un dialogo continuo e sensibile unito alla sorveglianza della propria via, migliorerà la qualità delle segnalazioni del quartiere. 

L'efficacia e la bontà di questo progetto è stato confermato anche dall’entusiasta partecipazione e condivisione della dottoressa Giuliana Di Pillo, Delegata del Campidoglio per i rapporti con il X Municipio: "È stato un bellissimo momento di partecipazione e scambio di idee, a cui ha partecipato anche il dottor Marco Cardilli, Vice Capo di Gabinetto del Sindaco con deleghe alla sicurezza e alla Protezione Civile. Lavorando in sinergia con l'Amministrazione si può innalzare il livello di sicurezza nei nostri quartieri".

CLICCA CONTINUA PER VEDERE TUTTE LE FOTO

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento