OstiaToday

Infernetto, inaugurato centro alzheimer 'Le Betulle'. Progetto iniziato nel 2011

L'assessore al welfare e alla salute del X Municipio Droghei: "Questo è un giorno di festa per il nostro territorio"

E' stato inaugurato oggi all'Infernetto il Centro Alzheimer 'Le Betulle', gestito dalla cooperativa sociale Domus Caritatis, in via Salorno. La struttura di 30 posti letto è aperta dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle ore 17, è dotata di un ambulatorio infermieristico, un refettorio, una stanza per i colloqui con i familiari, una sala per le attività motorie e laboratori espressivi.

Un progetto che fa felice l'assessore al welfare e alla salute del X Municipio Emanuela Droghei: “Questo è un giorno di festa per il nostro territorio, per le Istituzioni che hanno seguito e accelerato l’iter che ha portato all’apertura del Centro Alzheimer, per gli attori sociali coinvolti in un progetto che costruisce la rete della comunità, per chi ha tenacemente fatto in modo che le persone malate del nostro territorio avessero a loro disposizione uno spazio confortevole e accogliente”.

Insieme con l’assessore Droghei, all’inaugurazione hanno preso parte il presidente del X Municipio Andrea Tassone, Antonio Vannisanti, responsabile dello staff dell’assessore alle politiche sociali della Regione Lazio Rita Visini, il direttore generale della Asl Rm D Vincenzo Panella e la deputata Cecile Kyenge.

Il centro sarà aperto dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle ore 17. Attraverso i suoi laboratori e la psicomotricità sosterrà le abilità residue degli ospiti e favorirà il recupero delle capacità psicofisiche. “Abbiamo seguito l’iter dell’apertura di questo Centro fin dal nostro insediamento – ha detto Tassone – cercando di limare le lungaggini burocratiche e amministrative. I malati, infatti, non possono aspettare: hanno bisogno di risposte immediate. E’ compito di questa amministrazione non lasciare indietro i più deboli: sono felice di poter essere qui oggi ad inaugurare una struttura che ospiterà chi è affetto da questa malattia e che darà anche sollievo alle famiglie”.

Non è mancata però qualche frecciatina. Lodovico Pace, assessore ai servizi sociali della passata giunta Vizzani, che rivendica la paternità del progetto: "E' una idea che ha iniziato a muoversi nel 2011 quando ero assesore (ci fu anche una conferenza stampa nell'aula consiliare ndr) cominciando poi a concretizzarsi nel giugno del 2012 con la presentazione di un progetto di interesse municipale al Dipartimento per le Politiche Sociali. Sono felice per il territorio e particolarmente per le famiglie interessate che la nuova amministrazione, insieme all'ente erogatore del servizio, possano adesso inaugurare la struttura e renderla operativa".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento