OstiaToday

Dissesto idrogeologico, aggiornata la mappa del rischio alluvione nel litorale

Il Campidoglio al lavoro per contenere i rischi legati al dissesto idrogeologico. Stanziato un milione per i collettori di acque meteoriche

Una strada allagata ad Acilia. Foto di repertorio

Cause ed effetti del dissesto idrogeologico. L'amministrazione cittadina gioca in tandem col Municipio X dove, venerdì 7, si è tenuto un apposito incontro. Nel corso dell'appuntamento, sono state fornite le informazioni sulle azioni intraprese e sulle problematiche legate anche all'eccessiva antropizzazione dei territori. Con un'attenzione particolare dedicata al Municipio X.

"È stato completato lo studio idraulico sul tratto litorale del comprensorio di Bonifica dell’Agro Romano – fa sapere Margherita Gatta, assessora comunale alle infrastrutture del Comune -  Roma Capitale ha, quindi, prontamente inviato gli elaborati dello studio alla Regione Lazio e all’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale affinché procedano, secondo normativa vigente, all’aggiornamento della mappa del rischio alluvione della zona litorale, compresa nel reticolo dei canali di bonifica di Roma Capitale e Comune di Fiumicino".

Aggiornata la mappa sul rischio alluvione

L'obiettivo è di creare una sinergia virtuosa, in grado di fare da argine ai rischi connessi al dissesto idrogeologico. Aver aggiornato la mappa del rischio, in tal senso, rappresenta un passo in avanti. "E' fondamentale – ha ricordato Gatta – e serve a dettagliare meglio i confini di molte aree soggette a rischio alluvione che necessitavano di un approfondimento tecnico, su un territorio tanto fragile dal punto di vista idrogeologico". Proprio per questo, disporre di dati accurati, è centrale in una logica improntata sulla prevenzione.

Il quadro degli interventi e la programmazione economica

In base agli esiti dello studio e in seguito all’aggiornamento della mappatura del rischio alluvione, sarà possibile identificare il quadro degli interventi di mitigazione del rischio idraulico da realizzare nel Municipio X. Una volta stabilito, in maniera puntiale, quali sono le operazioni da mettere in campo, diventa possibile lavorare su una programmazione economica. E questo comporta il coinvolgimento di livelli istituzionali superiori, dalla Regione allo Stato. 

"L’Amministrazione ha lavorato per trovare una modalità condivisa per affrontare questa problematica complessa che investe in modo trasversale tutte le Istituzioni - ha sottolineato l'assessora Gatta -  Sarà, infatti, siglato a breve un protocollo di intesa tra Roma Capitale e l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale per avviare iniziative strategiche per la mitigazione del rischio idrogeologico del territorio cittadino". L'obiettivo è migliorare la governance, lavorando sul coordinamento delle istituzioni coinvolte. 

Le risorse già in campo

Intanto mentre il Municipio X resta impegnato nella ricerca di soluzioni resilienti utili a contenere gli allagamenti,  l'amministrazione cittadina ha deciso di allargare i cordoni della borsa. Sul tavolo ci sono fondi per un milione di euro. Serviranno alla manutenzione straordinaria  degli impianti di sollevamento dei collettori di raccolta delle acque meteoriche, 3 dei quali sono presenti nel Municipio X.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento