OstiaToday

Ostia: le 'case di sabbia' si sbriciolano, crollano pezzi di intonaco. I residenti "Siamo disperati"

Una residente a RomaToday: "Avevo appena finito di stendere la biancheria, quando ho cominciato a vedere una pioggia continua di pezzetti di intonaco, veri e propri sassi cadere nel mio giardino"

Le così dette 'case di sabbia' di Ostia perdono i pezzi. I 1042 nuclei familiari che, dopo le proteste davanti al X Municipio solamente l'8 febbraio scorso hanno potuto tirare un sospiro di sollievo con l'annuncio, ufficiale, di stop a eventuali sgomberi, almeno fino a febbraio 2020, sono costrette ogni giorno a far fronte con una situazione manutentiva assente.

Il Comune, per voce dell'assessore Rosalba Castiglione, ha manifestato più volte l'intenzione di acquisire quelle case ma, sul piatto della bilancia, pesa appunto la condizione delle stesse. Molti balconi, infatti, sono stati giudicati inagibili dalla Polizia Locale e dai Vigili del Fuoco.

In diversi appartamenti, come testimoniato dalle telecamere di RomaToday, ci sono intonaci che crollano e pareti piene di muffa e i tecnici incaricati dal Campidoglio hanno iniziato a fare delle perizie specifiche sugli immobili della Moreno Estate propedeutiche per la valutazione ai fini dell'acquisizione, così da evitare eventuali sgomberi.

Sabato, tuttavia, chi abita al civico 6 di via Enea Picchio ha dovuto fare i conti con l'ennesimo disagio. Pezzi di intonaco sono crollati dai balconi finendo nei terrazzi sottostanti e in strada.

Sara, una residente, al loro quotidiano ha raccontato i fatti: "Abito al pieno terra, avevo appena finito di stendere la biancheria, quando ho cominciato a vedere una pioggia continua di pezzetti di intonaco, veri e propri sassi cadere nel mio giardino. Non sono stata colpita perché mi ritrovavo nella parte antistante ma mi sono spaventata per la mia bambina, che temevo potesse essere colpita, visto che non diminuiva mi sono ritrovata bloccata per ripararmi e mi sono messa a gridare aiuto. Viviamo in una costante paura che un giorno di questi possa succedere una disgrazia".

Paura che ha vissuto anche Emiliano: "Abito al civico 19, davanti al palazzo dove sono crollati le parti intonaco, quando sono ho sentito le urla di Sara, che cercava di ripararsi. Sono subito sceso per cercare di metterla in sicurezza, preoccupato che potesse essere colpita. La situazione è seria, ci sono balconi crollati e altri prossimi al crollo. Qui vivono tante famiglie con bambini, anziani e disabili è una situazione di emergenza che richiede immediate manutenzioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

Torna su
RomaToday è in caricamento