OstiaToday

Lo zoo a 5 Stelle di Ostia: il circo senza animali, cani e gatti al Grassi

Il X Municipio dà l'ok per autorizzare la presenza di animali da compagnia per i pazienti del Grassi, in più alza un muro contro i circhi che fanno spettacoli con animali

Cani, gatti, leoni, elefanti e tigri. A Ostia si discute di animali. Quelli di compagnia, che potrebbero entrare, autorizzati, all'ospedale Grassi. Mentre a restare "fuori" sarebbero quelli nati in cattività che il Movimento 5 Stelle vorrebbe escludere dagli spettacoli circensi. Pareri favorevoli e contrari nello zoo di Ostia dove le problematiche relative a strade dissestate, scuole, sicurezza fuori le stazioni, sanità e lavori sul lungomare sembrano passare in secondo piano. 

Ed ecco che, nel consiglio del X Municipio, si è discusso per quasi tre ore sulle due proposte di risoluzione presentate dal consigliere pentastellato Francesco Vitolo. La prima relativa "l'accesso di animali d'affezione in visita a parenti ricoverati presso il presidio Ospedaliero G.B. Grassi", l'altra sulle "azioni per la promozione di spettacoli circensi che non utilizzino animali". 

Il primo caso era nato da una iniziativa del consigliere di Fratelli d'Italia Pietro Malara che aveva chiesto, in Commissione Ambiente, lo spostamento della colonia felina che vive da anni nel parco dell'ospedale Grassi

"Non ho nulla contro gli animali. Chiedo, oltre i gatti, di rispettare anche i pazienti. Siamo tutti consapevoli che non sia questo il problema più grave del Grassi. Stiamo facendo altre battaglie sui reparti in chiusura, sui primari in fuga, sui 'senzatetto' che vivono all'interno della sala d'attesa, sulle condizioni di lavoro di dipendenti ed operatori. Con tutto il rispetto, ha avuto più eco e creato più movimento un mio intervento sui gatti che la chiusura di alcuni reparti o la mancanza di primari", ha detto il consigliere nella seduta odierna. 

Gatti Uniti, Doggy Dog, La casa di Garfield e l'Associazione Parco Villabassa, in una nota congiunta, avevano espresso la loro preoccupazione di fronte all'iniziativa del consigliere Malara. Oggi, in municipio, la decisione.

"Il M5S, come forza di maggioranza nel Municipio, ha portato in aula un atto approvato all'unanimità, finalizzato a favorire l'accesso degli animali d'affezione in visita a pazienti ricoverati presso la struttura ospedaliera del Grassi ad Ostia. L'iniziativa, nata da una segnalazione della locale Consulta Animali, si ispira alle linee guida Regionali che regolamentano come garantire quest'atto di civiltà in aree logisticamente attrezzate allo scopo", ha commentato Vitolo.

Una iniziativa che ha trovato parere favorevole anche nel Partito Democratico: "Le visite saranno sicuramente gradite ai pazienti che potranno distrarsi dalla malattia e vivere momenti di empatia con il proprio amico a quattro zampe. Confidiamo che il Municipio si metta a disposizione dell'Ospedale Grassi per accelerare i tempi". 

Ma non c'è solo la questione relativa ai cani e ai gatti. Sul tavolo anche il documento che dice basta agli spettacoli circensi che fanno uso di animali. 

A presentare la risoluzione sempre il Presidente della Commissione Ambiente Vitolo: "Il primo impegno che andremo a chiedere è che si intensifichino i controlli, oltre che sui gestori dello spettacolo, anche su coloro che dando in locazione aree private consentendo ai circhi di superare la mancata disponibilità di aree pubbliche. Vogliamo maggiore attenzione sull'affissione, abusiva, di manifesti e su come vengono gestiti gli scarichi delle acque e dei rifiuti. Un secondo impegno, riguarderà la diffusione attraverso eventi, conferenze, comunicati stampa e altre forme mediatiche del principio di quanto ciascuno di noi può fare già da ora favorendo la fruizione di spettacoli circensi che non fanno uso di animali. - continua - Vogliano che siano chiari, soprattutto ai genitori, gli effetti e le conseguenze della detenzione e del trasporto forzoso degli animali in gabbia perché siamo convinti che l'utilizzo di animali nei circhi, dia un messaggio sbagliato, snaturando il rispetto che si dovrebbe dare ad animali potenzialmente pericolosi con diritto di vivere secondo la loro natura di predatori relegandoli in luogi del tutto innaturali".

Ente Nazionale Circhi: "5 Stelle ridicoli. A Ostia ci sono problemi più seri"

Insomma i pentastellati di Ostia promuovono sia impegni politico amministrativi, che di "educazione" alla cittadinanza. Una presa di posizione che però non è andata giù ad Antonio Buccioni, presidente Ente Nazionale Circhi: "E' uno spettacolo desolante quello che sta offrendo il Movimento 5 Stelle del X Municipio. Tali amministratori sarebbero da seppellire con una risata. Ma c'è poco da ridere perché anziché occuparsi dei reali problemi di Ostia, alcuni dei quali seri, serissimi, questi signori si occupano degli spettacoli circensi".

La nota continua: "Il gruppo consiliare 5 stelle, evidentemente lontano anni luce dalla realtà, giudica una "barbarie" la partecipazione di animali nati in cattività da generazioni, e dunque che trovano nell'ambiente nel quale sono cresciuti il loro habitat familiare, agli spettacoli. Chiedono di "intensificare i controlli" quando i circhi sono le attività con animali più controllate in assoluto, perché ad ogni cambio di città scattano le "visite" dei veterinari dell'Asl e spesso anche quelli della Forestale e di ogni altro organismo preposto. Come se nel litorale ci fossero solo e soprattutto i circhi da tenere d'occhio".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

Torna su
RomaToday è in caricamento