OstiaToday

Bubbico (PD): "A Ostia non serve l'esercito, ma buona politica"

Domani evento contro la mafia alla parrocchia Santa Monica. L'obiettivo è proporre una seria riflessione sulla recente cronaca ostiense

'Un mare di legalità. Ostia contro la Mafia', è questo il nome dell'evento che si terrà domani alle 16:30 alla parrocchia Santa Monica di Ostia e promosso dal Coordinamento regionale della FAI nel Lazio. L’obiettivo è proporre una seria riflessione sulla recente cronaca ostiense che sottolineano la forte presenza di gruppi malavitosi e di attività criminali in atto.

Introdurranno Don Franco De Donno, Presidente del Centro per la Vita, Lucia Brandi, Coordinamento Regionale FAI del Lazio, Nicoletta Guelfi, FAI Antiusura Ostia associazione Volare. Interverranno il prefetto Santi Giuffrè, commissario nazionale antiracket e Tano Grasso presidente onorario FAI.

Le conclusioni saranno del vice ministro Filippo Bubbico che oggi ha commentato: "A Ostia non serve l'esercito, ma buona politica, meno parole e più fatti, buona amministrazione e impegno dell'imprenditoria onesta e legale per sconfiggere la penetrazione criminale in un settore economico particolarmente appetibile", ha detto il viceministro dell'Interno, intervistato a Radio Città Futura in merito alla proposta mossa dal commissario del Pd a Ostia, Stefano Esposito.

"La presenza delle forze dell'ordine - ha spiegato Bubbico - deve essere finalizzata a sconfiggere le organizzazioni criminali, non a garantire parate. Dobbiamo evitare gli effetti speciali ed essere impegnati giorno dopo giorno per dare sostegno agli imprenditori onesti e puliti, ai cittadini che lavorano per la legalità, senza fare fuochi d'artificio, con un lavoro costante e coerente. Il potenziamento delle forze dell'ordine spesso è l'alibi che viene invocato da chi non vuole fare la propria parte".

"Ostia non deve essere un problema nazionale - ha aggiunto il senatore Pd - ma un problema di ordinaria buona amministrazione. Bisogna mettere in evidenza tutti i fattori che non hanno funzionato e bisogna sconfiggere la penetrazione e il condizionamento criminale sulla pubblica amministrazione. Non c'è da creare un caso, c'è semplicemente da essere coerenti e da applicare le norme che devono valere in tutta Italia".

10427307_661157887350607_8708944407075627964_n-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento